Accedi al sito
Serve aiuto?
image0
image1
image2

News

« Indietro

Legge di Stabilità 2016: Imprese e Professionisti
Autore: Luigino Narduzzi
Data: 09-01-2016
Bonus investimenti in beni strumentali nuovi, commi 91-97
Ai fini delle imposte sui redditi (Ires ed Irpef, ma non Irap), viene prevista una maggiorazione del 40% del costo di acquisizione fiscalmente deducibile per investimenti in beni materiali strumentali nuovi, anche in leasing, effettuati nel periodo 15 ottobre 2015 - 31 dicembre 2016.
L'agevolazione opera con riferimento alle quote di ammortamento ed ai canoni di leasing. Sono ricomprese le acquisizioni di veicoli, inclusi quelli a deducibilità limitata, per i quali viene incrementata in pari misura anche la soglia massima di rilevanza. Rimangono esclusi gli investimenti in fabbricati e costruzioni.

Decontribuzione neoassunti a tempo indeterminato, commi 178-181
L'agevolazione riproduce, riducendo durata ed importi, quanto già in vigore nel 2015 (news).
Infatti, a fronte di assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel corso del 2016, viene riconosciuto l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro nella misura del 40%, per un periodo massimo di 24 mesi e nel limite massimo di euro 3.250 su base annua. Rimangono invariate
 le altre condizioni previste.

Circolazione contante ed utilizzo carte di debito e credito, commi 898-904
Dal 2016 il limite per i trasferimenti di denaro contante e di titoli al portatore, a qualsiasi titolo effettuati tra soggetti diversi, viene elevato ad euro 2.999,99 da euro 999,99.
Rimane il limite di euro 1.000 per l'utilizzo di assegni bancari privi della clausola di non trasferibilità, per l'erogazione di emolumenti da parte delle pubbliche amministrazioni (stipendi, pensioni, compensi, ecc.), nonchè per i pagamenti di imposte e contributi da parte di contribuenti privati mediante delega F24 cartacea (news)
.

Relativamente alle carte di debito e credito ne viene istituito il corso forzosoalla stregua della cartamoneta avente corso legale nello Stato, per commercianti, esercenti attività di pubblico esercizio e prestatori di servizi, anche professionali.
A fronte della mancata accettazione di tali strumenti di pagamento,
non essendo nemmeno più previsto alcun importo minimo, verranno infatti ora comminate sanzioni pecuniarie amministrative, nella misura che verrà stabilita con decreto ministeriale di prossima emanazione.


 

Info Contatti

Dott. LUIGINO NARDUZZI
Via Giosuè Carducci 37/1
33100 - Udine
Udine - Italia
C.F. / P.Iva: NRDLGN49E14H816G / 01616380307
Tel: 0432 21586 / 509251 / 503603
Fax: 0432 21586 / 509251
info@studionarduzzi.it

Social Share

Newsletter